Crea sito

NO ALLE DISCARICHE NEL PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO

ottobre 19, 2010

Ambiente, News

terzigno1
Ormai da alcune settimane è in corso la protesta di tantissimi cittadini che si oppongono all'apertura della seconda discarica a Terzigno-Boscoreale. Donne e uomini che rifiutano questo ulteriore scempio di un territorio già per lungo tempo martorizzato.

Anche questa volta i nodi sono venuti al pettine: svanita l’illusione dell’emergenza risolta dal "Governo del fare", la munnezza torna ad inondare le strade, a conferma del totale fallimento di un piano rifiuti annunciato e mai realizzato.

Vocenueva si oppone all'apertura indiscriminata di qualsiasi discarica nel Parco Nazionale del Vesuvio, senza un piano rifiuti serio concordato con i cittadini.  Il Parco è una delle poche risorse del nostro territorio: va preservata e valorizzata.

Rifiutiamo la doppia morale di tutti quegli amministratori locali  "ambientalisti a giorni alterni", che invece sono complici di decenni di scempi. Come l'amministrazione Ambrosio, che ignora da sempre colpevolmente il problema.

Ci auguriamo che la forza del Movimento contro la discarica di Terzigno si trasformi in proposta politica concreta. Chiediamo a tutta la cittadinanza di ribellarsi a questo sopruso e, allo stesso tempo, di assumersi la responsabilità della salute del proprio territorio.

Oggi più che mai, il futuro del nostro territorio dipende dall'impegno di tutti i cittadini.

Collettivo Vocenueva

Be Sociable, Share!
, , ,

12 Responses to “NO ALLE DISCARICHE NEL PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO”

  1. anonimo Says:

    A scatenare la nuova ondata di proteste era stata la decisione dei parlamentari del Pdl campano, insieme con il governatore Stefano Caldoro e i presidenti delle Province di Napoli, Avellino e Salerno, Cesaro, Sibilia e Cirielli, di dare il via libera alla seconda discarica nel Parco nazionale del Vesuvio, in localita' Cava Vitelli.

    Si tratterebbe del piu' grande sversatoio d'Europa.

    Reply

  2. albertk Says:

    E' arrivato il momento di fare outing con i politici che caldeggiano l'apertura della seconda discarica. Non solo con questi politici del PDL ma anche con tutte le forze locali che ne sostengono la candidatura.

    Il più grande sversatoio d'Europa non è solo un triste primato ma una reale e veritiera connessione con l'incidenza tumorale.

    Checcè ne dica il sindaco (il quale ha affermato di avere accesso ai dati dell'Asl Na3), l'incidenza tumorale è una cosa certa e accertata. Noi stessi abbiamo invitato in una conferenza il primario Comella del Pascale di Napoli, il quale ha molta più competenza e credito in ambito oncologico del nostro sindaco.

    Per cui, cari concittadini, quando sarete nell'urna dovete valutare anche quest'ulteriore decisione presa ieri a tavolini dai VOSTRI rappresentanti.

    Reply

  3. anonimo Says:

    Propongo un nome nuovo al collettivo :

    Voceassente,  la voce della poltrona!

    Reply

  4. anonimo Says:

    o meglio ancora : Voceassente, il richiamo della poltrona!

    Reply

  5. anonimo Says:

    buongiorno,
    domani alle 10:30 presso l'archeo(terzigno) ci sarà  un incontro con un avvocato che si è già occupato di cause simili presso la corte di giustizia europea.
    Per maggiori informazioni posso mettervi in contatto con la persona che mi ha informato dell'incontro.
    Antonella Casillo

    Reply

  6. anonimo Says:

    Magari ci fossero stati questi ragazzi sulle poltrone che contano quando è stato approvato lo scempio del nostro territorio. Forse le cose sarebbero andate diversamente.

    Ragazzi andate avanti, la mamma dei criticoni è sempre in cinta.

    Antonio

    Reply

  7. anonimo Says:

    penso che il collettivo vocenueva non ha voce in capitolo per quanto riguarda la questione rifiuti in campania perché ha scelto tranquillamente di non aderire a nessuna forma di protesta. Un post sul blog non ha alcun senso, soprattutto quando quel blog ha perso visitatori, in particolar modo quelli importanti quali testate giornalistiche campane o persone di spessore politico e non.

    Reply

  8. TylerDurdan Says:

    Trovo profondamente giuste le critiche che ci vengono rivolte.
     

    Assumiamoci, come collettivo vocenueva, la responsabilità della nostra indifferenza in questo determinato periodo storico.

     

    Reply

  9. anonimo Says:

    ragazzi Antonio VI suggerisce di andare avanti……………  dove?

    Reply

  10. anonimo Says:

    eh eh eh eh,  a Borriello niente poltrona!!! 
    il bambino deve imparare meglio l'uso della scrittura  pur essendo considerato  un dotto da un paese di ebeti ; non si sa mai che qualcuno scopre chi sia.

    Reply

  11. agitprop Says:

    Noto con piacere che mi si chiama in ballo senza alcun motivo.

    Che dire? E' bello ritrovare un intero paese sensibile sui temi ambientali e compattamente ostile alla cricca Berlusconi-Bertolaso. Che il Sindaco Ambrosio fosse un instancabile oppositore (è dell'UDC), lo si sapeva già. Che molti dei berluscones locali siano diventati i più accesi oppositori del piano per l'apertura di Cava Vitiello, mi ha colto un po' impreparato. Meglio così. Perché potrebbe significare che nulla è perduto e che da domani lo sforzo che singolarmente ciascuno farà si tradurrà in un paese più pulito e civile. Perché se (se!) è vero che la seconda discarica sarà "congelata", è altrettanto vero che la sfida per l'introduzione di un serio ciclo integrato dei rifiuti comincia subito dopo e impone la responsabilità di cittadini ed istituzioni.

    E a questo punto, a fronte di una tale gioia per questa piccola rivoluzione, ci stanno pure le critiche e qualche offesuccia anonima. 

    Agitprop (A.Borriello), in pantofole,  comodamente seduto sulla sua borghesissima poltrona.

    Reply

  12. anonimo Says:

    Buon appetito!

    Reply

Leave a Reply