Crea sito

16 marzo bandiere rosse al vento uccidono un compagno ne nascono altri 100

marzo 15, 2010

Legalità, News

Nella notte fra il 16 e il 17 marzo 2003 moriva Davide “Dax” Cesare, militante del Centro Sociale O.R.So (“Officina di Resistenza Sociale”) di Milano. Era da poco uscito, assieme ad alcuni compagni, da un bar del quartiere ticinese. Fuori, ad aspettare i ragazzi, un paio di neofascisti armati di coltelli, spalleggiati da un terzo elemento più anziano. Si scoprirà solo in seguito che i due giovani sono fratelli e che l’uomo è il loro padre; si tratta rispettivamente di Federico, Mattia e Giorgio Morbi (28,17 e 54 anni all’epoca del fatto). L’aggressione dei neofascisti è rapida e particolarmente violenta. Numerose coltellate vengono inferte in punti vitali: Davide non giungerà vivo all’ospedale; altri due ragazzi sono feriti (uno in modo grave, ma si salverà).

Il Collettivo Vocenueva a 7 anni da quei tragici fatti vuole commemorare la morte di Dax proiettando il documentario di Claudio Lazzaro NAZIROCK, che racconta l’estrema destra vista dall’interno: la sua musica, i capi, le alleanze, i rituali, lo sdoganamento politico che sta aprendo ai nazifascisti italiani le porte del potere istituzionale.
Bisogna cominciare a diffondere cultura antifascista partendo dal basso, grado dopo grado e ci sembra che la proiezione di questo documentario ci aiuti a diffonderla.
Per rendere giustizia a tutte le vittime del fascismo di ieri e di oggi.

A Milano è stata affissa una targa in via Brioschi in ricordo di Dax, che recita

 « "Rassegnazione è paura e complicità!

Contro la rassegnazione pensare l'impensabile!
Contro la paura imparare il coraggio!
Cospirare vuol dire respirare insieme"
Viva Dax libero e ribelle
Davide 16.03.03

Ucciso perché militante antifascista »


APPUNTAMENTO GIOVEDI 18 MARZO ORE 21.30 PRESSO LA SEDE DEL NOSTRO COLLETTIVO IN VIA PARCO AMBROSIO.

Be Sociable, Share!

No comments yet.

Leave a Reply