Crea sito

Tutto cambia.

settembre 20, 2012

News, San Giuseppe Vesuviano

Quando sei anni fa decidemmo di prendere in affitto un vecchio garage per trasformarlo in un laboratorio politico, non sapevamo come sarebbe andata. Lo spirito che animava quel gruppo di amici era la volontà di costruire sul piano politico e sociale una proposta che puntasse al miglioramento del nostro paese. Insieme scrivemmo un Manifesto e dentro ci mettemmo tutto quello che sembrava poter rappresentare il nostro punto di vista sul mondo. La tutela dell’ambiente, la battaglia per la legalità e contro tutte le mafie, per i diritti e la giustizia sociale, la ricerca di una proposta culturale fuori dagli schemi, il dovere di porre in campo tutte le forze possibili per migliorare la qualità della vita nel territorio in cui ci è dato vivere. Negli anni quelle idee sono diventate progetto: iniziative, incontri tematici, manifestazioni, video-inchieste, cineforum, un blog che è stato piattaforma di dibattito, una radio web che diverte e prova a far pensare. Negli anni abbiamo criticato e combattuto il sistema di potere locale, le amministrazioni che si sono succedute, denunciando il disastro a cui stavano condannando il nostro territorio, al punto zero in cui ci troviamo oggi.

Quando sei anni fa decidemmo di prendere in affitto un garage per trasformarlo nella sede di Vocenueva, forse non pensavamo ad un appuntamento elettorale, ma tutti sapevamo che quel tempo sarebbe giunto, che la sostanza delle nostre battaglie non poteva che diventare proposta per il cambiamento del paese. E’ su queste basi che abbiamo maturato la decisione di partecipare alle prossime elezioni amministrative del 28 e 29 ottobre. Partendo da un’idea che viene da lontano, che non inventa se stessa in funzione del voto, e si propone come unica alternativa al sistema di potere che in questi anni ha tenuto il nostro paese in scacco. Un progetto che abbiamo immaginato come qualcosa che andasse ben oltre quel garage, quel gruppo di amici, quel laboratorio politico, e si trasformasse in qualcos’altro, nella casa di tutti i cittadini non più disposti a tollerare lo stato di cose presenti. Negli ultimi giorni abbiamo avviato il percorso che ci porterà al voto, incontrando professionalità, esperienze, energie che mai avremmo immaginato esistere fino a solo pochi mesi fa. E’ la San Giuseppe più vera che si alza in piedi, che decide di mettere la propria competenza professionale, l’onestà e la coerenza politica al servizio del proprio paese, del futuro di quanti dovranno ancora abitarlo. Sono le insegnanti, gli operai, gli studenti, le imprenditrici, i commercianti, sono tutte quelle persone che insieme cominciano a dare forza a qualcosa di completamente nuovo, in totale discontinuità con la malapolitica e le vecchie logiche di appartenenza, sostenendo un candidato sindaco poco meno che trentenne come Agostino Casillo.

E’ a tutti i sangiuseppesi che oggi questo gruppo di cittadini si rivolge. E’ a loro che chiede di poter far parte della stessa magnifica avventura, di un progetto che avrà al centro la scuola, la cultura, l’assistenza, l’impresa e l’innovazione. E’ a loro che oggi chiede di voltare pagina davvero, aprendo una fase nuovai cui i giovani diventino protagonisti del presente, artefici del proprio futuro, l’orgoglio di una comunità troppo spesso maltrattata e umiliata da una classe politica incapace ed autoreferenziale.

Tutto cambia.

Be Sociable, Share!
, ,

3 Responses to “Tutto cambia.”

  1. cittadino Says:

    c’era la possibilità di una rivoluzione è il pensiero di una parte di noi. si potevano far tremare la vecchia politica di questo paese andando uniti. vocenueva siete dei ragazzini che pensano già a come spartirsi i posti e le poltrone e mossi da altri dinosauri della politica mascherati come lista civica e che mnettono il nome della figliao del parente invece del nome loro, per far vedere che è gente nuova. nè ma a chi pigliare in giro.

    Reply

    • vincycata93 Says:

      Noi non abbiamo nulla da nascondere cittadino, diversamente da te. La possibilità l’ha persa chi non ha scommesso nel cambiamento. Nella campagna elettorale ben altri hanno dimostrato di essere dei ragazzini. Accusarci di “manovre” padre-figlio-parente è la cosa più ridicola che si possa dire. Bastava dare un piccolo sguardo alle nostre liste… Cittadino, cosa hai da nascondere? Noi siamo aperti alle critiche e non abbiamo nulla da nascondere.

      Vincenzo Catapano

      Reply

  2. Vale Says:

    cittadino tu per chi voterai?

    Reply

Leave a Reply