Crea sito

Questa sera dalle 19.30 DOPPIO appuntamento su Radio VoceNueva

ottobre 14, 2010

News, Radio

Alle19.30 Tony Barrell, BIG Market e Austin Paper presentano il Nuntaregghepiu’ show. Tutto il peggio dal teatrino della politica italiana.

“Razza ladrona”. La questione morale nella lega e le liste indegne di cui parla il presidente della Commissione antimafia Pisanu. Colonna sonora della serata: omaggio a Solomon Burke, il re del rock’n soul scomparso il 10 ottobre.

NUOVO PROGRAMMA ALLE 22.00
Two Gunz, Mal Partito, Tony Barrell e Doppia C presentano:

“Chiamatemi Ismaele”
Personaggi, musica, libri e racconti dal fronte opposto della Storia.

«Chiamatemi Ismaele. Alcuni anni fa, non importa quanti esattamente, avendo pochi o punti denari in tasca e nulla di particolare che m’interessasse a terra, pensai di darmi alla navigazione e vedere la parte acquea del mondo. È un modo che ho io di cacciare la malinconia e di regolare la circolazione. Ogni volta che m’accorgo di atteggiare le labbra al torvo, ogni volta che nell’anima mi scende come un novembre umido e piovigginoso, ogni volta che mi accorgo di fermarmi involontariamente dinanzi alle agenzie di pompe funebri e di andar dietro a tutti i funerali che incontro, e specialmente ogni volta che il malumore si fa tanto forte in me che mi occorre un robusto principio morale per impedirmi di scendere risoluto in istrada e gettare metodicamente per terra il cappello alla gente, allora decido che è tempo di mettermi in mare al più presto. (Moby Dick, incipit)»

Ismaele è il narratore del romanzo Moby Dick ed è attraverso i suoi occhi che è vista quest’impresa. All’inizio è effettivamente il personaggio principale, ma egli è soprattutto un narratore onnisciente, che con la sua criticità e la sua profondità talvolta scompare dalla scena per narrare e poi inserire le sue riflessioni. Egli si auto-presenta con la nota frase «Chiamatemi Ismaele» (Call me Ishmael ): il nome ha origine biblica, nel Genesi infatti Ismaele è il figlio di Abramo e della schiava Agar, cacciati nel deserto. Sicché “Chiamatemi Ismaele” è come dire “Chiamatemi esule, vagabondo, il rinnegato”.

Radio VoceNueva, radio pirata.
http://radiovocenueva.listen2myradio.com

Be Sociable, Share!

No comments yet.

Leave a Reply