Crea sito

GALLI SULLA MONNEZZA 2

settembre 27, 2010

Ambiente, News

 Dopo una caterva di provvedimenti legislativi indirizzati formalmente a risolvere la cosiddetta emergenza rifiuti in Campania (prodotti, senza soluzione di continuità, dal governo Prodi e da quello Berlusconi), dopo aver divorato 12 miliardi di euro in 15 anni, la paccottiglia politico-partitica ricomincia la solita cantilena. Da un lato, la pseudo sinistra democratica, per rivalsa verso l’attuale cricca al posto di comando, lancia accuse di incompetenza e rincara denunciando il nano di Arcore per aver nascosto la spazzatura sotto il tappeto.

Dall’altro, il blocco di potere mafioso, massone, criminal-imprenditoriale, cerca in tutti i modi di far passare la propria ricetta, in merito alla questione rifiuti, come la soluzione definitiva (sempre discariche, ancora inceneritori).
Nel mezzo ci sono gli abitanti di questa parte di maledetto sud, che dopo trent’anni di sversamenti illeciti, di inquinamento generalizzato e sistematico della terra, subiscono ancora l’aggressione di una classe dirigente incapace, corrotta e complice dello scempio in atto.
Complessivamente, per noi, siete gli unici responsabili di tutto ciò che accade. State scatenando sulla pelle della gente tutto il marcio rappresentato dal vostro perseverare in politiche legate essenzialmente al profitto, all’arricchimento personale attraverso la depredazione continua del denaro pubblico (nostro!).
Tutti coloro che solamente tentano attraverso un sano conflitto sociale (tanto demonizzato, ma pur sempre il sale dei processi democratici) di aprire una vertenza che ridiscuta l’intero impianto dell’organizzazione delle esistenze comunitarie su un determinato territorio (qualità della vita, tutela della salute, difesa dei beni comuni, dignità del lavoro) vengono perseguitati con un’attività repressiva e diffamatoria che ricorda le peggiori dittature sud americane.
L’opzione che riteniamo sia l’unica percorribile era e resta la diffusione di pratiche politiche che tengano al centro la capacità autonoma delle genti di autodeterminare il proprio presente ed il proprio futuro.Rifiutiamo, invece, qualsiasi tentativo di ricondurre il movimento in atto dentro percorsi legati essenzialmente al gioco delle compatibilità date e al rafforzamento delle lobby partitiche.

MANIFESTAZIONE
VENERDI 1 OTTOBRE ORE 19,00
CONCENTRAMENTO
TERZIGNO (zabatta-zona pizzeria il rifugio)

 

Be Sociable, Share!

20 Responses to “GALLI SULLA MONNEZZA 2”

  1. anonimo Says:

    non sono daccordo….
    ollimac

    Reply

  2. anonimo Says:

    non sei d'accordo su quale punto?
    hurricane085

    Reply

  3. anonimo Says:

    Il problema più serio che dovono affrontare nell'immediato i cittadini Vesuviani in generale e quelli di Boscoreale in particolare, non sono le forze dell'ordine con le loro cariche indiscriminate ma proprio questi pseudo movimenti rivoluzionari che si sono infiltrati fra le file dei dimostranti e l'unico interesse che hanno è quello di fare a mazzate con la polizia.
    Ieri sera quattro vigliacchi incappucciati hanno cominciato a lanciare pietre ai carabinieri schierati in assetto di guerra sperando di provocare la carica.
    Carica che sarebbe stata rivolta a donne ed uomini scesi in piazza per protestare civilmente e a volto scoperto il proprio dissenso alla discarica.
    Una ragazzina li ha preso di petto e gli ha intimato di smetterla ed andarsene.loro i vigliacchi incapucciati,l'hanno derisa.
    Erano chiaramente sotto l'effetto di eccitanti.
    La loro presenza era stata sicuramente notata anche dai tanti agenti in borghese infiltrati fra la folla,ma come si sa in questi casi il potere predilige menare il manganello e non permettere la libera espressione del pensiero. Genova docet.
    Mi dispiace che Tu Hurricane presti la sponda a questi quattro vigliacchi incapaci di mettere insieme due pensieri coordinati,gente pronta solo allo scontro e totalmente incapace di creare consenso intorno ad un idea,la più semplice che ci sia. Desidero ricordarti che le forze dell'ordine presenti erano formate da padri di famiglia che indossano una divisa per 1000 /1500 euro al mese e che sicuramente fra loro molti erano solidali con i dimostranti,ma non certo con chi distribuiva volantini e chiedeva,fra l'altro,il salario garantito. Dimmi Tu che c'entra il salario garantito con la monnezza?
    Invito tutti quelli che vogliono dimostrare il loro dissenso alla discarica di farlo in modo civile e non violento,esattamente come sta facendo il dott. Langella sindaco di Boscoreale: a viso aperto e alla luce del sole.
    Sempre grazie per lo spazio accordatomi
    MIMMO RUSSO

    Reply

  4. anonimo Says:

    caro mimmo io sto prendendo le parti di quei 4 vigliacchi come li chiami tu che da una settimana occupano il comune di boscoreale alla luce del sole, di quei 4 ragazzi che si sono trovati anche gli artisti del manganello in casa durante la notte in cerca di chi sà quali armi. Sto prendendo le difese di tutti quel cittadini stanchi dei soliti soprusi dello stato, perchè di soprusi si tratta, perchè a che mi ricordo le cariche dei giorni scorsi sono state fatte tutte su cittadini inermi seduti per terra . E riprendendo le tue parole proprio perchè gli sbirri prendono lo stipendio che prendono dovrebbero stare dalla parte dei cittadini e non come al solito dalla parte di chi prende gli stipendi a 4 -5 zeri. Ma si sà gli ordini sono ordini e il libero pensiero e il cervello è un optional. E poi sinceramente dimmi un pò i vari sindaci del circondario dov'erano quando le telecamere erano spente?Dov'era Langella e il suo sciopero della fame e la sua tenda o il guerriero Auricchio=? Dov'erano prima che questi 4 vigliacchi cominciassero a farsi sentire? ma per favore usiamo un pò di educazione verso chi butta il sangue per la salute di tutti. E non riprendiamo episodi sporadici (che si sà l'imbecille di turno c'è sempre) per descrivere chi invece ci crede in quello che fà
    Con rispetto
    Hurricane085

    Reply

  5. anonimo Says:

    tappati il cesso mimmo russo, invece di apprendere i fatti attraverso minzolini  vatti a far un giro dove si manifesta.e vedrai quanti vigliacchi pseudo anarchici incontrerai…………..coglione

    confermo ancora una volta che ogni volta leggo un tuo commento mi scendono i coglioni al livello delle ginocchia

    Reply

  6. anonimo Says:

    comm me ammusc e pall tu nun m'e ammosc nisciun ( cit.)

    a me sembra che l'unico che fa sponda alla violenza sei tu con i tuo essere sempre e comunque nello schema "legale".
    Proprio chi parla di legalita' nei tuoi termini sta venendo ad imporre la morte con la violenza.
    Cerca di vedere i fatti da piu' angolazioni caro palloso

    Reply

  7. anonimo Says:

    Ciao Hurricane,vorrei ripartire proprio dall'ultima parte del Tuo commento: " L'Imbecille di turno…"
    Io di imbecilli ne ho visto tanti alla rotonda e davanti al ristorante O'Mauro,tanti da riempirci alcuni pulmann,e avrei voluto che la Polizia li avesse impacchetati e spediti su un isola deserta,almeno li non avrebbero fatto altri danni.
    Le persone di cui parli,che fanno la lotta nelle aule consiliari a viso aperto non sono certo quei squinternati che mi hanno dato un volantino su cui era scritto di monnezza e salario garantito.
    Ora è bene fare chiarezza,io non ce l'ho con chi da alcuni anni si impegna contro questa iattura chiamata discarica,il mio obbiettivo sono quegli idioti che ieri sera verso le 0.30 hanno cominciato a tirare sassi ai carabinieri.
    Il loro comportamento sconsiderato danneggia principalmente chi lotta con serietà contro la discarica e il gruppo di potere mafioso che sostiene questo sistema,e chi urlava contro questi idioti era principalmente il tipo che aveva il megafono,attraverso il quale invitava i presenti ad avere un comportamento pacifico e a rispettare le forze dell'ordine.Come vedi certi comportamenti non davano fastidio solo a me.
    Sai quale è stato il risultato di tirare i sassi ai carabinieri?,che insieme a me decine di persone si sono allontanate.
    Allora dimmi,è o non è, un idiota quello che tirava i sassi????
    Caro Hurricane la violenza porta solo altra violenza.

    Ps. Ai due signori acefali che hanno commentato gli auguro ogni bene,privi di cervello come sono ne hanno davvero bisogno.
    MIMMO RUSSO

    Reply

  8. anonimo Says:

     
    Sei la madre confusa di tutto questo schifo caro coglione , te lo ripetero' fino a quando non  ti stancherai di scrivere acefalate borghesotte.
    Salutami il tuo partito, che oltre ad essere responsabile di tutto  cio' non riesce nemmeno a pronunciarsi a riguardo

    Reply

  9. anonimo Says:

    C'è chi si prende le manganellate e chi sta a casa a farsi crescere la panza o a progettare di diventare consigliere comunale. Chi è vigliacco? chi parla a vanvera o chi va ad affrontare un'ingiustizia grande come il mondo rischiando in prima persona? L'intervento di Mimmo Russo è un degno esempio della pseudosinistra politicante, nel nostro paese e fuori. Io la gente di bosco e di terzigno l'ho vista in faccia in questi giorni, ci ho passato del tempo e ci ho chiacchierato. Tu non te lo immagini quanta dignità c'è nelle signore di 50 anni che si mettono in prima fila contro la polizia, e nella rabbia di chi risponde come può alle cariche vergognose della polizia. Le chiacchiere dei benpensanti stanno a zero, a boscoreale si resiste, a san giuseppe si chiacchiera di ambientalismoblabla e anticamorrasushi&spumantino… E i vigliacchi sarebbero gli altri…

    Sasà

    Reply

  10. albertk Says:

    Invito i commenti anonimi a moderare il linguaggio onde evitare la cancellazione degli stessi.

    Credo che Mimmo abbia espresso il suo personale pensiero e non per questo deve essere etichettato con termini che prescindono dal post del giorno.

    Tutti siamo contrari all'apertura della seconda discarica (nonchè la più grande d'Europa), purtroppo in tutte le proteste legittime che ci siano, si infiltrano persone totalmente estranee alla protesta pacifica della stragrande maggioranza dei cittadini vesuviani.
    E' bene dunque che tali forze vengano allontanate (e non giustificate o assecondate) dalle  manifestazioni e iniziative a supporto della nostra causa.

    Reply

  11. anonimo Says:

    Grazie Alberto,purtroppo diventa sempre più difficile esprimere liberamente la propria opinione.
    In consiglio comunale ci vietano di fare persino le foto,sui blog che si dichiarano liberi ed indipenti come il vostro basta dire un'opinione fuori dal coro e ti scaricano montagne di ingiurie.
    E per fortuna che esiste l'Art. 21 della Costituzione,tanto decantato e preteso dagli amici del Movimento Difesa del Territorio sul loro sito,solo che forse vale solamente quando si tratta delle loro opinioni.
    Bè un poco di pazienza.
    Vorrei ricordare che fra i manifestanti antidiscrica c'erano dei ragazzi che distribuivano volantini che invitavano ad esporre un lenzuolo bianco,libera manifestazione di dissenso civile contro il sistema delle discariche.

    Ai signori acefali ed anonimi che hanno espresso le loro opinioni,ma anche all'amico Sasà vorrei dire che con i conferimenti di oggi I Ricicloni hanno raccolto metri cubi 4 di bottiglie di plastica dal 11 settembre ad oggi,oltre vetro,carta e metallo,tutto materiale raccolto in modo illegale ed altrettanto illegalmente conferito alle piattaforme di stoccaggio in modo che fosse inviato al circuito di riciclaggio. Questo giusto per dire che non si fa solo bla bla….ma ci si sporca anche un poco le mani.
    Resta inteso che protestare contro il sistema delle discariche ( e non solo contro quella di Terzigno ) e contro gli inceneritori ( altra piaga contemporanea ) è un diritto sacrosanto tutelato dalla Costituzione, ma tirare pietre alle forze dell'ordine è una porcheria dalla quale tutti devono prendere le distanze.
    Se no,mi spiegate qual'è la differenza fra noi e loro?
    MIMMO RUSSO

    Reply

  12. anonimo Says:

    esatto esponiamo i lenzuoli bianchi, alle finestre di sicuro un azione del genere farà cambiare idea a bertolaso sulla discarica e di sicuro azioni come queste hanno riportato l'attenzione mediatica sulla questione.

    Reply

  13. albertk Says:

    Sinceramente e personalmente contrasto l'idea che una protesta sia efficace ed ascoltata solo se c'è violenza (da entrambe le parti ovviamente). 
    Non è che una carica della polizia o un lancio di pietre alla polizia faccia cambiare idea a Bertolaso e al Governo.

    Spero che su questo ci sia ampia condivisione….
     

    Reply

  14. anonimo Says:

    gente come voi sta bene solo in salotto,.

    Reply

  15. anonimo Says:

    Per fortuna i cittadini e le cittadine di terzigno e boscoreale hanno ben capito che con le lenzuola bianche e le manifestazioni sorridenti e gioiose non si otterrà mai niente, come è dimostrato dall'apertura della Sari. In più i politici sono sempre stati e sempre saranno pronti a fregare la loro popolazione. Esiste un solo modo per evitare l'apertura della discarica: mettersi di traverso, anche con modalità non convenzionali, è questo che rende efficace la lotta e in questi giorni sta funzionando.  Il chiacchiericcio sui manifestanti buoni contro i cattivi sporchi e violenti non attacca più, è materiale da televisione e da chiacchiera in in piazza ed è questa la grande novità… La popolazione resiste da più di una settimana, e ogni sera ci sono centinaia di persone pronte a farsi spaccare la testa pur di non accettare un sopruso vergognoso… Ognuno sceglie da che parte stare….

    Sasà

    Reply

  16. agitprop Says:

    La questione legata all'apertura della seconda discarica è troppo complessa per avere la presunzione di dividere tutto in due blocchi. Chi ci sta e chi è contro. Secondo me il ragionamento non tiene, perché è innegabile che nessuno conosca fino in fondo le dinamiche che, ai bordi del sacrosanto diritto a protestare, si sviluppano coinvolgendo anche la criminalità organizzata. Personalmente, come credo tutti su questo blog e come la buona parte della popolazione che abita il Parco, sono contrario alla discarica. E credo che alcune forme di protesta, anche violenta, siano giustificate perché direttamente proporzionali alla gravità della questione. Eppure non ho partecipato ai blocchi, come credo molti di quelli che della discarica vogliono fare a meno. Questo rende la mia opposizione meno rispettabile? Mi schiera di ufficio con la polizia, il governo e la camorra?

    La protesta, credo, serve ad alzare il livello di attenzione sulla vicenda e, forse, bloccherà temporaneamente l'apertura della discarica. Ma non dovrebbe estinguersi nei blocchi, né può ignorare che alcuni tentativi di infiltrazione di criminali (e di provocatori) ci siano. La protesta credo voglia permettere ai cittadini, al loro Coordinamento, di accreditarsi come soggetto essenziale di un tavolo di confronto che abbia come attori cittadini ed istituzioni. Un tavolo che abbia come obiettivo la definizione di una strategia di gestione dei rifiuti di lungo periodo in Campania. Insomma, una soluzione alla continua emergenza. Soluzione che nessuno può ritenere esaurita nei soli blocchi degli autocompattatori (né tantomeno nel fuoco appiccato e nelle minacce agli operatori del settore).

    Reply

  17. anonimo Says:

    Caro Sasà,
    siccome credo di conoscerti un pò volevo essere sincero e diretto con te. Ti premetto che parlo a titolo personale e non a nome di tutto il collettivo. Ti confesso che quando è scoppiato il casino la prima volta che volevano aprire la discarica mi sono sentito molto più indignato e coinvolto di adesso. Una discarica nel parco del vesuvio mi sembrava la pietra tombale del parco stesso ed un ulteriore avvelenamento della popolazione che già viveva sui veleni di decine di discariche abusive. Conosci quello che è successo dopo, la partecipazione di parecchi di noi al presidio ed alle manifestazioni. Conosci i contrasti con alcuni personaggi e il disimpegno di molti amici di Terzigno (tanto la puzza l'avrebbero sentita a Bosco…). Conosci anche l'idea di alcune persone di voler rendere quel movimento spontaneo che era nato contro la discarica, qualcosa di più largo che sensibilizzasse la popolazione terzignese sull'importanza di un piano rifiuti alternativo a quello di governo e regione e sulla pericolosità della camorra che tanti affari faceva con questo piano (mi ricordo un consiglio comunale di terzigno occupato con lo striscione "no alla discarica e alla camorra"). Mi risparmio di dirti com'è andata a finire perchè credo che conosci bene la storia. La delusione di quell'estate tuttavia ha portato alla creazione di un bel gruppo a Boscoreale che negli anni, in un modo o nell'altro ha continuato a lottare. Io personalmente non ho mai legato con queste persone un pò perchè le ho viste poco e sul finire di quell'esperienza, un pò perchè dopo quell'estate mi sono molto disilluso sulla questione (la discarica era stata aperta e i comitati con cui collaboravamo svaniti).
    Le proteste per l'apertura di Cava Vitiello mi hanno preso alla sprovvista, leggevo le notizie, continuavo ad informarmi ed indignarmi ma non è mai scattata quella miccia che mi era scattata 3 anni fa, anche perchè ero rimasto scottato e deluso da quell'esperienza. Forse ai tuoi occhi sono anche io tra quelli che hai chiamato vigliacchi che sognano un posto da consigliere comunale e si puliscono la coscienza organizzando manifestazioni di "ambientalismo blabla & anticamorrasushiespumantino".  Prendo queste parole come un pungolo e non come un'offesa (spero in cuor mio che non le pensi davvero). Domani sera parteciperò alla manifestazione e cercherò di essere, compatibilmente con il tempo che ho a disposizione, più attivo e partecipe in questa vicenda. Se non ti dispiace parteciperò a modo mio, con le mie idee  ed il mio modo pacifico di esprimere il dissenso e di pensare che attraverso la riuscita delle manifestazioni e delle proteste di questi giorni si possa questa volta davvero evitare l'apertura della discarica.
    Con affetto e stima

    Luigi

    Reply

  18. anonimo Says:

    Nessuna intenzione di includerti tra i sushiespumantino, Gigi, so benissimo che sei un compagno serio e appassionato, e lo dico sinceramente, e questo vale anche per gli altri compagni del collettivo…..  A parlare di vigliacchi non sono stato io per primo, ognuno può condividere o no le modalità di lotta ma questo non toglie che questa lotta sia giusta e che non si possa tacciare di connivenza con la camorra  chi protesta, è vergognoso, soprattutto detto da parte di persone che là sopra non ci vanno e che dicono di condividere determinate idee che genericamente chiamiamo "di sinistra" (e forse bisognerebbe discutere per bene su cosa significhi questa parola). Questa è la discriminante ed è questo che ho cercato di sottolineare, e tu e altri non c'entrate con tutto questo. Ti dico di più: io stesso sono stato discontinuo nella partecipazione al movimento, non ho problemi ad ammettere che avrei voluto e potuto essere più presente e fare di più  Questo è un motivo in più per avere profondo rispetto di chi sta passando tutte le notti su quella strada maledetta, e per non mettermi a fare il fighetto e a sindacare sui comportamenti di questi "cafoni popolani che non hanno letto gomorra e non sanno fare interventi articolati e ben argomentati in assemblea", nè tantomeno straparlare di camorra quando si sa bene chi sono quelli che ci guadagnano dalla situazione di emergenza e dalle megadiscariche. Tutto qua, è una questione di rispetto e di identità.

    Sasà

    Reply

  19. anonimo Says:

    O tu politicante, o tu salottiero come sempre fuoriviante , dopo aver fatto il ruttino vai su youtube e scrivi :

    ROBERTO SAVIANO : A TERZIGNO I  CITTADINI SI RIBELLANO

    Reply

Leave a Reply